Le figure professionali più richieste del 2013

In tempi di crisi e disoccupazione alle stelle, ci sono comunque degli ambiti professionali dove, nonostante tutto, le imprese fanno molta fatica a trovare collaboratori.

Abbiamo consultato gli studi di diversi centri di analisi, tra cui Unioncamere, Milano Bicocca, fondazione Italia Orienta, e Informagiovani, alla ricerca dei settori e delle professioni con i migliori sbocchi lavorativi.

Vediamo quindi quali sono le categorie di lavoratori che avranno meno difficoltà ad inserirsi nel mercato del lavoro del 2013.

Tra chi possiede qualifiche o competenze di rilievo, ha molte opportunità chi si occupa di:

  • Information Technology
  • Chimica
  • Infermieristica (vedi le offerte per infermieri e OSS) e scienze motorie (fisioterapisti e specialisti in riabilitazione)
  • Agricoltura, settore in cui oggi sono richieste capacità tecniche notevoli per le professioni di: sommelier, affinatore di formaggi, agri-gelataio, birraio, alchimista di campagna (creatore di liquori e distillati), food blogger.
  • Economia, statistica e contabilità
  • Green economy, campo in cui sono richiestissimi energy manager, ingegneri ambientali, certificatori energetici, ma anche professioni legate all’agricoltura.
  • Lingue straniere (interpreti e traduttori)

I settori più tradizionali, che sono in grado di offrire ampie possibilità di inserimento lavorativo, sono:

  • Artigianato: è il settore con la maggior carenza di risorse umane. Servono falegnami, installatori di infissi, panettieri, pasticcieri, idraulici e termoidraulici, tornitori, elettricisti e meccanici.
  • Commercio: sono sempre richiesti commerciali e venditori, magazzinieri, addetti alle vendite ed al marketing
  • Turismo: oltre agli operatori dell’accoglienza, sempre molto richiesti (animatori, direttori di hotel, guide) questo settore assorbe anche molta manodopera meno qualificata.
  • Ristorazione: cuochi, assistenti alla cucina, camerieri, e banconieri di tavola calda, sono tra le figure più richieste nel comparto della ristorazione.
  • Servizi alla persona: sempre più necessari i collaboratori domestici (colf e badanti), le estetiste ed i parrucchieri.
  • Abbigliamento: nella moda mancano i modellisti, ma anche i sarti sono decisamente difficili da trovare.

Inoltre, sono sempre gettonate le figure aziendali: dagli ingegneri gestionali alle mansioni di segreteria, dai receptionist agli impiegati, dai responsabili di risorse umane fino agli addetti alle pulizie.

Insomma, a volte il lavoro c’è, e l’obiettivo di questo post è di aiutare qualcuno di voi a trovarlo.

I vostri Commenti (Leggi)